Modulistica e Costi

Per l'assegnazione del marchio identificativo e la conseguente iscrizione nel Registro degli Assegnatari è necessario presentare domanda in bollo, corredata da copia della licenza di pubblica sicurezza o da dichiarazione sostitutiva della stessa (qualora si tratti di impresa non artigiana).

Alla domanda è necessario allegare le attestazioni di versamento dei diritti di saggio e marchio, dei diritti di iscrizione nel Registro degli Assegnatari dei Marchi di Identificazione dei Metalli Preziosi e dei diritti di verifica.

Una volta ottenuta la concessione del marchio è necessario presentare alla Camera di Commercio la domanda per la fabbricazione dei punzoni, indicandone numero e tipo nonchè individuando l'officina incaricata della loro realizzazione.

Ogni anno entro il 31 gennaio le imprese iscritte nel Registro degli assegnatari dei marchi di identificazione dei metalli preziosi dovranno pagare, per il rinnovo della concessione del marchio, un diritto di saggio e marchio pari alla metà degli importi sopraindicati. Nei confronti degli inadempienti si applicherà una mora pari ad un dodicesimo del diritto annuale per ogni mese o frazione di mese di ritardo. Qualora il pagamento non venga effettuato entro l'anno la Camera di Commercio provvede al ritiro del marchio ed alla cancellazione dal registro, dandone comunicazione al Questore affinché provveda al ritiro della licenza di pubblica sicurezza.

Per visualizzare e scaricare i modelli consulta la sezione "Metalli preziosi" in Modulistica.

Ultima modifica: Lunedì 7 Settembre 2020